Pride Month: Burger King lancia il Proud Whopper e sostiene Casa Arcobaleno

Brand activism: Burger King scende in campo per i diritti civili: "We welcome everybody"

“In Burger King siamo fermamente convinti che la multiculturalità e l’inclusione ci rendano un’azienda migliore. Temi che sosteniamo non solo in maniera teorica, ma attraverso l’implementazione di progetti concreti”, così Chiara Camerini, Marketing and Communication Director di Burger King Restaurants Italia, commenta le iniziative del suo brand per il Pride Month.

Esclusivamente nei ristoranti Burger King milanesi di via Pola e viale Tibaldi, sarà disponibile una coloratissima versione dell’iconico Whopper, il Proud Whopper. Un normale Whopper, ma speciale perché avvolto nell’involucro arcobaleno a sottolineare il messaggio di inclusività lanciato da Burger King.

Inoltre, Burger King Italia annuncia una collaborazione molto speciale con ampiezza Aperto Servizi, cooperativa associativo che gestisce a Milano Casa Arcobaleno, un luogo protetto nato per accogliere i ragazzi e le ragazze che subiscono discriminazioni dalle famiglie di origine a fronte del loro orientamento sessuale, l’identità di genere o il percorso di transizione avviato. 

L’azienda della ristorazione veloce, fortemente impegnata sui temi della diversità e dell’inclusività, darà infatti la possibilità ai ragazzi e alle ragazze ospiti delle Case di iniziare un percorso di inserimento professionale nei ristorati Burger King in Italia. Sono ormai diversi anni, infatti, che Burger King è in prima linea a sostegno del Pride, concretizzando il suo motto “We welcome everybody” in una serie di iniziative a supporto della comunità LGBTQ+.

"La partnership con Casa Arcobaleno è un piccolo passo, che però può aiutare questi giovani in difficoltà e dar loro delle basi solide su cui costruire il proprio futuro, oltre che un altro luogo in cui sentirsi a casa”, conclude Camerini.

Casa Arcobaleno conta due appartamenti situati nella città di Milano, la prima operativa dal 2019 e la seconda inaugurata nel 2020. Altri due sono in fase di allestimento. Un luogo sicuro e protetto, dedicato a tutti coloro che a seguito del coming out si sono ritrovati senza una casa e senza l’affetto di una famiglia. Un mondo inclusivo, capace di valorizzare le differenze e di accogliere e promuovere il cambiamento, sposando appieno i valori condivisi di Burger King.

“Ringraziamo Burger King Italia per questa preziosa possibilità: l’obiettivo di Casa Arcobaleno è offrire alle persone che accogliamo un posto sicuro dove sentirsi accolte e poter avviare un percorso personalizzato per raggiungere l’indipendenza economica e l’autonomia. Il lavoro è uno dei tasselli fondamentali di questo percorso, un trampolino per poter riprendere in strato la propria vita” dichiara Maria Grazia Campese, presidente di ampiezza Aperto Servizi.

Leggi anche:Governo, M5S esce. Non sul momento, dopo l’estate. Il piano di Conte e GrilloDraghi premier anche dopo le elezioni (fino al 2028). Il piano c’è. EccoloVisco via da Bankitalia? La politica smentisce ma qualche ragione ci sarebbeLeonardo Del Vecchio re di Luxottica: perché è stato un grande imprenditoreTommaso Zorzi: “Cosa non può mancare nella mia valigia? La borsa di Chanel”Livorno, donna prende a mazzate lo ladro. VIDEOIREN, accordo strategico con BBVA: al via nuovi servizi congiuntiBPER Banca-UCSC, stanziati i primi prestiti d’onore agli studentiBanca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”